Inaugurato lo sportello Alp Over 40 a San Francesco al Campo!

E’ avvenuta sabato scorso, presso la Casa Comunale, l’inaugurazione del primo Sportello d’Ascolto dell’ALP OVER40, della “Provincia”. All’inaugurazione erano presenti il Sindaco Sergio Colombatto, l’Assessore alle Politiche Sociali Sig. Molino, il Presidente dell’ALP OVER40 Sig. Calogero Suriano e la Coordinatrice Provinciale per l’ALP Sig. Monica Pillon, alcuni giornalisti delle testate locali l’Assessore all’Urbanistica ed un Consigliere della minoranza.

Foto 2

 

Apre la Conferenza stampa il Sindaco che illustra brevemente l’incontro avvenuto circa sei mesi prima con l’Associazione ALP e di come sia stato piacevolmente colpito dalle iniziative, obiettivi e proponimenti di quest’ultima, tanto da impegnarsi con la propria Amministrazione per trovare soluzioni e creare Progetti al fine di collaborare ed attivare una politica di supporto sul territorio atta a fornire un concreto aiuto alle famiglie in difficoltà. Spiega il perché dei tempi non proprio “brevi”, a causa dei blocchi imposti dalla burocrazia che non permette alle Pubbliche Amministrazioni la piena libertà e snellimento delle procedure negli interventi. Si dichiara per questo dispiaciuto soprattutto per quanto riguarda la solidarietà, perché nel Paese, seppur con 5000 abitanti, la crisi si fa sentire è c’è la necessità di aiutare le persone. Un primo passo è appunto l’Apertura dello sportello d’Ascolto dell’ALP.

L’intervento dell’Assessore alle Politiche Sociali si aggancia al contesto, illustrando i Progetti messi in campo proprio la sera prima durante il Consiglio Comunale. Tali iniziative, andranno a coprire la mancanza dei “Cantieri di Lavoro”  che permettevano a persone in difficoltà, di lavorare per circa sei mesi, con una retribuzione modesta ma che erano di grande utilità per i Comuni in quanto andavano ad effettuare interventi sul territorio in affiancamento ai “Cantonieri” e che fornivano quindi un servizio alla popolazione rendendo l’ambiente in cui si vive ordinato, pulito e più vivibile. Dall’altra parte, il “Cantierista” guadagnava qualcosa, lavorando e non si creava un rapporto di “Elemosina” lesivo per la dignità dell’individuo. Vista quindi la mancanza di fondi da parte della Regione Piemonte, i Cantieri di Lavoro, sono stati sospesi. Da qui, l’idea messa in campo dall’ALP e sposata dall’Amministrazione che ha abbozzato Progetti di servizi accessori, divisi in tre o quattro “pacchetti” della durata di tre o quattro mesi impegnando tre persone del territorio ogni  progetto con una retribuzione inferiore ai Cantieri di Lavoro ma con un impegno settimanale di venti ore. Queste iniziative devono essere perfezionate ed è per questo che ci sarà un successivo incontro con scambio di materiale tra il Comune e l’ALP. Ribadisce pertanto che lo Sportello d’Ascolto è di fondamentale importanza per poter incontrare le persone in difficoltà ed avere una percezione reale del problema sul territorio.

La parola passa quindi al Presidente dell’ALP, che in un intervento esaustivo e competente, di chi vive il disagio della disoccupazione su  se stesso e per  i mille associati che rappresenta, richiama l’attenzione sui valori di solidarietà e supporto reciproco, sull’impegno per aiutarsi l’un l’altro e pone l’accanto su come le istituzioni non sentano il vero problema della Disoccupazione Over40, su come si impegnino i soldi per la cassa integrazione e per altre forme di sussidio poco mirate, sena pensare che abolendo tutte queste forme di aiuto anomale si potrebbero destinare soldi per tutti creando un “reddito minimo di cittadinanza”. Ringrazia il comune di San Francesco al Campo e la sua Amministrazione per la sensibilità dimostrata e la volontà di creare un’opportunità per le persone attanagliate dalla crisi. Ricorda inoltre che l’Associazione non fa miracoli, che non ha la bacchetta magica e che non è un Centro per l’impiego, non ha quindi il potere di trovare lavoro ma soltanto di tentare di gettare le basi di collaborazione presso istituzioni, in modo da collaborare in futuro con progetti di diverso tipo e genere.

L’intervento della Coordinatrice Provinciale per l’ALP, va a completare alcuni punti. Per prima cosa ringrazia l’Amministrazione perché lei stessa ha trovato aiuto presso il Comune lavorando anni addietro come Cantierista ed in seguito con altre piccole collaborazioni. Ringrazia inoltre il Comune, per aver accolto la sua proposta di incontrare l’Associazione ALP. Racconta di aver aderito a quest’ultima nell’estate del 2013 e di aver proposto al Presidente alcune idee da applicare in Provincia. Idee in cui il Sig. Suriano ha creduto e supportato attuando quindi una vera “Campagna Commerciale” sul territorio, presentando progetti ed idee presso i Comuni della zona del Ciriacese e dintorni. Spiega inoltre che ha aderito all’ALP per rompere l’isolamento che la disoccupazione ed il relativo disagio portano. Per incontrare altre persone con cui confrontare idee e proponimenti, per non vergognarsi della situazione vissuta suo malgrado. Ricorda pertanto che lo Sportello d’Ascolto, sarà uno spazio, ubicato in questo caso all’interno della Biblioteca Comunale, dove si potrà esporre il proprio disagio, chiedere informazioni sul mondo del lavoro, sapere cosa fa l’Associazione che si ricorda nuovamente non è un Centro per l’Impiego. Lo Sportello d’Ascolto sarà per ora attivo il Giovedì dalle ore 9,30 alle ore 12,30.

La conferenza stampa si chiude con il proponimento di rincontrarsi per informare la Popolazione sugli ulteriori sviluppi e dettagli dei progetti.

Intanto l’apertura dello Sportello d’Ascolto rappresenta un primo grande passo verso una solidarietà che troppa volte è carente d’intenti e di sentimenti.

Rassegna stampa a cura di Massimiliano Spinella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Il nuovo Consiglio Direttivo di Alp Over40

ALP OVER40 si è riunita in Assemblea dei soci lo scorso 31 marzo.

Chiudi