Cittadini europei per il reddito di base incondizionato

Cittadini europei per il reddito di base incondizionato

Un reddito di base è un essere umano

La Commissione europea ha dato parere favorevole il 14 Gennaio 2013 per l’iniziativa dei cittadini europei per il reddito di base incondizionato (ICE RBI).

Ci sono 500 milioni di cittadini dell’Unione europea ed è necessario raggiungere un milione di firme per sostenere la campagna per un reddito di base.

15 Stati membri stanno già partecipando a questa iniziativa, ma ci vogliono almeno 7 paesi membri  in grado di raccogliere il numero di firme necessarie per sostenere la proposta.

Una volta che un milione di firme saranno raccolte, la Commissione europea dovrà studiare la proposta al Parlamento europeo.

La finalità di questa proposta è di implementare o dare avvio a studi di fattibilità e possibili percorsi per addivenire ad un diritto come il reddito di base incondizionato all’interno dell’Unione Europea.

Questo post è disponibile anche in: Danese, Neerlandese, Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Ceco, Finlandese, Greco, Ungherese, Lussemburgo, Polacco, Portoghese, Portogallo, Rumeno, Slavo, Sloveno, Svedese.

PER ADERIRE SI DEVE ACCEDERE AL SEGUENTE INDIRIZZO:

http://basicincome2013.eu/ubi/

PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI ADESIONE (IN ALTO A DESTRA SI PUO’ SELEZIONARE LA LINGUA ITALIANA) E’ NECESSARIO INDICARE UN  DOCUMENTO DI IDENTITA’ E I PROPRI DATI ANAGRAFICI.

 AGE-Platform Europe diffonde la notizia di questa iniziativa

 Di questa iniziativa ha dato notizia il circuito AGE-Platform, di cui Atdal Over40 è membro. Ricordiamo che AGE-Platform raggruppa oltre 140 associazioni in rappresentanza di 25 paesi della UE.

Ecco il testo del messaggio inviato da AGE-Platform:

 “Il 14 gennaio 2013, la Commissione Europea ha accettato la richiesta di Cittadini Europei per l’introduzione di un reddito di base universale incondizionato all’interno della Unione Europea. La nozione del reddito di base richiesto si basa su quattro criteri: universale, individuale, incondizionato e sufficiente a garantire condizioni di vita dignitose e possibilità di partecipazione alla vita sociale. Questa iniziativa è frutto di una campagna annuale che vede coinvolti cittadini di 15 paesi della Unione Europea: Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Slovenia, Spagna, Inghilterra.

In Italia, l’Associazione ATDAL OVER40, membro del circuito AGE-Platform Europe, è attivamente impegnata nel sostegno a questa campagna.

Per far si che questa richiesta venga esaminata e presa in considerazione della Commissione Europea è necessario raccogliere almeno 1 milione di firme di sostegno da parte di cittadini di almeno 7 paesi della UE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Letture Utili 06/04/2013

 La disoccupazione. Letture, percorsi, politiche Zucchetti Eugenio - Ed."Vita e Pensiero"    Questo volume riprende il tema della disoccupazione nella sua…

Chiudi