Rinviare l’aumento dell’età pensionabile a 67 anni costa “circa 1,2 miliardi”. Lo hanno fatto sapere all’Ansa fonti vicine al dossier, mentre sale la tensione tra governo e sindacati e a due giorni dall’appello all’esecutivo dei presidenti delle commissioni Lavoro, secondo cui lo scatto previsto per il 2019 è “inaccettabile e irragionevole“. Ma far slittare l’adeguamento automatico all’aspettativa di vita previsto dalla riforma Fornero, lasciando l’asticella agli attuali 66 anni e 7 mesi, costa. La decisione deve essere presa entro quest’anno.