Renzi/Ue: vengono prima i disoccupati o l’Europa? I dolori del giovane Matteo

Renzi/Ue: vengono prima i disoccupati o l’Europa? I dolori del giovane Matteo

di PierGiorgio Gawronski | 21 febbraio 2016 | Il Fatto Quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/21/renziue-vengono-prima-i-disoccupati-o-leuropa-i-dolori-del-giovane-matteo/2483182/

La proposta di creare un Super-ministro europeo dell’Economia è stata saggiamente spazzata via da Continua a leggere Renzi/Ue: vengono prima i disoccupati o l’Europa? I dolori del giovane Matteo

La UE e le Pensioni Italiane

La UE e le Pensioni Italiane

Pubblichiamo una mail del ns Amico ed Associato ATDAL e ALP Over40, Armando Rinaldi di Milano, riguardante l’apertura di un procedimento di infrazione nei riguardi dell’Italia per la discriminazione generale nelle riforme previdenziali .

“Buongiorno a tutti, un paio di giorni fa la UE ha inviato una lettera al capofila della nostra denuncia in tema di pensioni, denuncia Continua a leggere La UE e le Pensioni Italiane

Welfare, Italia bocciata dal rapporto europeo sugli investimenti nel sociale

Welfare, Italia bocciata dal rapporto europeo sugli investimenti nel sociale

Il documento preparato per la Commissione Europea inserisce la Penisola nel novero degli Stati in cui non si registrano passi avanti negli investimenti per l’assistenza sociale. Tra le cause l’assenza del reddito minimo garantito, la scarsa integrazione tra le politiche per lo sviluppo dell’infanzia e i tagli al Fondo nazionale per le politiche sociali

di F.Q. | 24 aprile 2015 | Il Fatto Quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/24/welfare-italia-bocciata-dal-rapporto-europeo-sugli-investimenti-nel-sociale/1621222/

Investimenti in calo e politiche scarsamente integrate. Sono i motivi per cui rapporto “Social investment in Europe”, preparato Continua a leggere Welfare, Italia bocciata dal rapporto europeo sugli investimenti nel sociale

Reddito minimo garantito: l’Europa lo chiede dal ’92, ma l’Italia è in ritardo.

Reddito minimo garantito: l’Europa lo chiede dal ’92, ma l’Italia è in ritardo.

Solo il nostro paese, insieme alla Grecia, non si è adeguato alla raccomandazione di Bruxelles sul sostegno pubblico ai disoccupati. In Parlamento giacciono le proposte del Pd (500 euro al mese) e di Sel (600), in arrivo quella del M5S. La confusione con il reddito di cittadinanza. E la copertura, in tempo di tagli? Tra le ipotesi, la riduzione delle spese militari e per le grandi opere, la lotta all’evasione, le imposte sul gioco.

di Marco Quarantelli | 24 Ottobre 2013 – http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/24/reddito-di-cittadinanza-reddito-garantito-litalia-in-ritardo-sul-nuovo-welfare/673779/

L’Europa lo chiede dal ’92 e i paesi che ne erano ancora sprovvisti si sono adeguati. Tutti tranne due: la Grecia e l’Italia. A 21 anni dalla Continua a leggere Reddito minimo garantito: l’Europa lo chiede dal ’92, ma l’Italia è in ritardo.

Reddito garantito: 1.300 euro al mese in Danimarca, 460 in Francia. La mappa.

Reddito garantito: 1.300 euro al mese in Danimarca, 460 in Francia. La mappa.

Mentre in Italia giacciono in Parlamento proposte di legge mai discusse, nel resto d’Europa sono in vigore forme di sostegno e sussidi non destinati solo ai disoccupati. Dal modello scandinavo all’esperimento francese, ecco come funzionano e quanto valgono. Ma il primato va all’Alaska (grazie al petrolio). In Brasile povertà dimezzata con il piano di Lula.

di Marco Quarantelli | 24 Ottobre 2013 http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/24/reddito-garantito-1-300-euro-al-mese-in-danimarca-460-in-francia-ecco-mappa/673894/

L’ultima ad entrare nel club è stata l’Ungheria, nel 2009. Tutti gli altri paesi dell’Europa a 28 (tranne Italia e Grecia) hanno adottato da tempo forme di Continua a leggere Reddito garantito: 1.300 euro al mese in Danimarca, 460 in Francia. La mappa.