LA STAMPA 19/08/2012 – LA STORIA

Ritrovare un lavoro anche dopo i 45 anni

Il sostegno al reddito e la formazione sono rivolti a disoccupati con età uguale o superiore a 45 anni e bassa istruzione
La Regione stanzia 4 milioni per un progetto di recupero
di Alessandro Mondo
TORINO

Quasi quattro milioni: per l’esattezza, 3,6. Una goccia nel mare dell’emergenza-lavoro, moltiplicata dalla recessione al di là dell’immaginabile. Quanto basta per finanziare anche nel periodo 2012-2013 i «cantieri di lavoro», una delle misure di politica occupazionale rivolta alle fasce particolarmente esposte: senza lavoro, con età superiore o uguale a 45 anni e basso Continua a leggere

da Il Fatto Quotidiano Emilia Romagna 24 Ottobre 2012

http://www.ilfattoquotidiano.it

Il dramma dei 50enni senza lavoro: “Vi raccontiamo la nostra vita interrotta”

Il limbo tra disoccupazione e pensione dei 90 partecipanti al World Café di Bologna: curriculum fuori mercato, una famiglia da portare avanti e figli neolaureati a loro volta disoccupati: “Tra 30 anni questa cifra aumenterà del 15% e sarà una nuova lotta tra poveri”

di Martina Castigliani Emilia Romagna 24 ottobre 2012

Licenziati, esodati e disoccupati a 50 anni. La crisinon tocca solo giovani e neo laureati, ma esiste unagenerazione di mezza età costretta ad affacciarsi al mercato del lavoro trovando solo porte chiuse. Una fascia di popolazione che incontra più ostacoli dei loro figli: “Se i giovani con una laurea e un master non hanno offerte, come potremmo averle noi?”. Lo raccontano Lucia, Benjamin e gli oltre novanta partecipanti del World Caffè di Bologna, un’iniziativa di democrazia partecipativa che vuole raccogliere le esperienze degli inoccupati post 50 anni e presentarle a Bruxelles. L’incontro, unico in Italia, si inserisce in un’iniziativa europea che ha toccato Continua a leggere

Dal Sito “AGORA’ VOX ITALIA” – Il Cittadino fa notizia –

http://www.agoravox.it

Lo sai che dei due milioni e centomila disoccupati ufficialmente censiti dall’Istat nel 2010, circa il 45% aveva più di 35 anni? Che del milione di disoccupati in cerca di lavoro da oltre un anno, quasi il 43% ha un’età compresa tra i 35 e i 54 anni?

“La crescita più consistente di disoccupazione nel 2010 ha riguardato la fascia tra i 30 e i 49 anni, solo in seconda battuta quella dei più giovani”. Lo dice il Rapporto annuale Istat, presentato lo scorso 23 maggio a Montecitorio.

Secondo l’ultimo rapporto IREF-ACLI sul “lavoro scomposto”, il lavoro atipico e il lavoro temporaneo colpiscono fortemente anche i lavoratori adulti. Il 48% dei contratti precari, difatti, sono stipulati tra datori di lavoro e lavoratori di età compresa tra i 30 e i 49 anni.

In base a un’indagine dell’Associazione direttori risorse umane (Gidp/Hrda), le nuove risorse umane che le aziende assumeranno saranno Continua a leggere

LA STAMPA 13 Luglio 2012

IN COMUNE GLI INVISIBILI, I NUOVI DISOCCUPATI OVER QUARANTA

Troppo giovani per la pensione, ma troppo vecchi per lavorare

Due dei rappresentanti dell’associazione Alp sono stati sentiti ieri dalla commissione lavoro del Comune

 Il vicesindaco: «Da gennaio a oggi abbiamo il 5% in più di disoccupati»
di Emanuela Minucci – Torino
«Troppo giovani per la pensione, troppo vecchi per lavorare». Così sta scritto sul biglietto da visita che questi lavoratori, forzosamente ex, allungano ai consiglieri della Commissione Lavoro in Comune. Fanno parte di Alp, l’associazione Lavoro Piemonte che ha due sportelli a Torino, uno alla Cascina Marchesa, l’altro in corso Corsica. Hanno di fronte il vicesindaco Tom Dealessandri e un pezzetto di Sala Rossa, un passato nei settori più diversi, magari conquistato grazie a una laurea e un futuro dall’angoscia a tempo indeterminato. Basta ascoltare le loro storie per capire quanto sia difficile affrontare una vita da Co.co.pro., senza Continua a leggere

PROTOCOLLO D’INTESA TRA CENTRO SERVIZI INTERDISCIPLINARE C.S.IN. ONLUS e ALP OVER40 PIEMONTE

L’Associazione Centro Servizi Interdisciplinare C.S.IN. ONLUS, con sede legale in Roma, Via Carlo Giuseppe Bertero, n.31 00156, nella persona del Presidente Nazionale Dott. Raffaele Ferraresso, domiciliato presso la sede legale, CF: 97694240587 N. Registrazione: 3530 SEZ.3 e ALP OVER40 PIEMONTE, con sede legale in 10070 Fiano Torinese Via Rossini,99 nella persona del Presidente Regionale, Calogero Suriano  domiciliato presso la sede sociale in Fiano Torinese Via Rossini,99  C.F. 97739380018

PREMESSO CHE Il C.S.IN. ONLUS e l’ALP OVER40 hanno finalità sociali comuni nel settore ambientale, civile, sanitario e sociale, a livello urbano, provinciale, regionale, nazionale Continua a leggere


Il nostro paese ha raggiunto da tempo il non invidiabile primato della disoccupazione e della precarietà giovanile.  Se è vero che un giovane su tre è senza lavoro è altresì vero che in Italia esiste un’altra categoria di disoccupati di cui raramente si parla: i disoccupati “maturi”.  Sono i disoccupati over 40, 50 e oggi, anche over 60 anni, sono madri e padri di famiglia, spesso con figli in età scolare o con occupazioni precarie e sottopagate, sono donne e uomini single del tutto privi di qualsiasi forma di sostegno al reddito. Almeno due milioni di Continua a leggere

Lavoro, si chiude l’annus horribilis “Ma il prossimo andrà peggio servono investimenti e grandi aziende”

http://www.repubblica.it – 01 dicembre 2012

Lavoro, si chiude l’annus horribilis
“Ma il prossimo andrà peggio
servono investimenti e grandi aziende”

Repubblica.it ha chiesto a quattro esperti un’analisi degli ultimi dati Istat che hanno fotografato l’emergenza occupazione in Italia. Ecco i commenti e le proposte del sociologo Luciano Gallino, dell’economista Pietro Garibaldi, del giuslavorista Pietro Ichino e del responsabile del Centro Studi di Confindustria, Luca Paolazzi

di ROBERTO MANIA

ROMA – Il peggio deve ancora arrivare. Per l’occupazione il 2012 è stato un anno orribile, ma i prossimi non saranno affatto meglio. Non siamo ancora fuori dalla recessione e quando, prima, si allenterà la discesa del Pil e poi ripartirà l’economia, i tassi di crescita saranno talmente bassi (ben lontani dal 2%) da non essere in grado di produrre un significativo incremento dell’occupazione. Il tasso di disoccupazione ha toccato l’11,1%, in un solo anno un balzo del2,3 %. Ci sono quasi tre milioni di italiani che cercano lavoro e che non lo trovano. Il 36,5% dei giovani non ha lavoro. E tra i tre milioni di Continua a leggere Lavoro, si chiude l’annus horribilis “Ma il prossimo andrà peggio servono investimenti e grandi aziende”

Disoccupazione: record tra i giovani. Ma chi pensa agli over 40?

Panorama.it – 31-10-2012

Disoccupazione: record tra i giovani. Ma chi pensa agli over 40?

In Italia ci sono 600mila ragazzi con meno di 24 anni che cercano un lavoro e non lo trovano. Ma, tra gli ultra-35enni, la cifra è più che doppia

di Andrea Telara

 

In totale, sono più di 600mila persone e nell’arco di un mese, tra agosto e settembre, sono cresciuti di oltre l’1%. Sono i giovani italiani in cerca di lavoro, che hanno tra i 15 e i 24 anni: una fascia di età dove la disoccupazione (secondo le ultime rilevazioni dell’Istat ) viaggia ormai stabilmente sopra la soglia del 35%.

GLI ULTIMI DATI SULLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

Il dato non è affatto da sottovalutare, soprattutto Continua a leggere Disoccupazione: record tra i giovani. Ma chi pensa agli over 40?