Milano, Pisapia scrive a tutti gli under 22 della città: “Aiutateci a spendere 9 milioni di euro”

Milano, Pisapia scrive a tutti gli under 22 della città: “Aiutateci a spendere 9 milioni di euro”

Un sondaggio online e gli Stati generali della gioventù il 14 ottobre decidere insieme ai ragazzi quali lavori realizzare nei quartieri. Sono 98mila, e riceveranno a casa l’invito a partecipare firmato dal sindaco

di Zita Dazzi | 01 ottobre 2015 | Repubblica.it

Un sondaggio online fra 98mila milanesi di età compresa fra i 14 anni e i 22 anni per scegliere come usare 9 milioni di euro del bilancio 2015. Continua a leggere Milano, Pisapia scrive a tutti gli under 22 della città: “Aiutateci a spendere 9 milioni di euro”

Calano gli occupati a giugno, i senza lavoro salgono al 12,7%

Calano gli occupati a giugno, i senza lavoro salgono al 12,7%

Il mese scorso ci sono stati 22mila occupati in meno rispetto a maggio. Nella Ue, peggio solo Grecia (25,6%), Spagna (22,5%), Cipro (16,2%) e Croazia (15,3%). Il tasso di disoccupazione tra i giovani è schizzato di 1,9 punti al 44,2%, record dal 1977. Nota positiva dal calo degli inattivi: 131mila in meno sul giugno 2014

31 luglio 2015 | La Repubblica

http://www.repubblica.it/economia/2015/07/31/news/disoccupazione_giugno_2015_istat-120164723/?ref=HREC1-16

L’estate non ha portato bene al mercato del lavoro italiano: a giugno si sono registrati 22 mila occupati in meno rispetto a maggio (-0,1%) e 40 mila in meno rispetto allo stesso mese del 2014 (-0,2%). Lo rileva l’Istat nei dati provvisori sull’andamento del mercato del lavoro. Si tratta del secondo calo congiunturale degli occupati dopo quello di maggio (-0,3%). Ad aprile, invece, c’era stata una crescita dello 0,6%. A crescere è invece il tasso di disoccupazione, che aggiunge 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente, arrivando al 12,7%, dopo il calo nel mese di aprile (-0,2 punti percentuali) e la stazionarietà di maggio.

L’Istituto spiega che il numero di disoccupati aumenta dell’1,7% (+55 mila) su base mensile. Nei dodici mesi il numero di disoccupati è aumentato del 2,7% (+85mila) e il tasso di disoccupazione di 0,3 punti percentuali. Sul dato, però, si fa sentire anche la diminuzione della popolazione inattiva, che è di per sé una buona notizia: più gente cerca lavoro e – non trovandolo – fa aumentare statisticamente il numero di disoccupati.

A giugno, rileva ancora l’Istat, “dopo la forte crescita registrata nel mese di aprile (+0,6%) e il calo nel mese di maggio (-0,3%), gli occupati diminuiscono dello 0,1% (-22mila) rispetto al mese precedente. Il tasso di occupazione, pari al 55,8%, cala nell’ultimo mese di 0,1 punti percentuali. Rispetto a giugno 2014, l’occupazione è in calo dello 0,2% (-40mila), mentre il tasso di occupazione rimane invariato”.

Ancora, l’Istat specifica che calo dell’occupazione registrato a giugno riguarda i più giovani. Gli occupati 15-24enni diminuiscono del 2,5% rispetto a maggio (-22 mila). Il tasso di occupazione giovanile, pari al 14,5%, diminuisce di 0,3 punti percentuali rispetto al mese precedente. Di c ontro aumenta su base mensile il numero di giovani disoccupati (+5,2%, pari a +34 mila). L’incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è pari all’11,5% (cioè poco più di un giovane su 10 è disoccupato). Tale incidenza aumenta nell’ultimo mese di 0,6 punti percentuali. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati) è pari al 44,2%, in aumento di 1,9 punti percentuali rispetto al mese precedente: si tratta del livello più alto dall’inizio delle serie storiche nel 1977.

Tornando ai dati generali, il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce nell’ultimo mese (-0,1%, pari a -18 mila), riprendendo il calo cominciato a inizio anno e interrotto a maggio. Il tasso di inattività, pari al 35,9%, diminuisce di 0,1 punti percentuali rispetto a maggio. Su base annua gli inattivi sono diminuiti dello 0,9% (-131 mila persone) e il tasso di inattività di 0,2 punti. “L’aumento del numero di disoccupati negli ultimi 12 mesi è pertanto associato ad una crescita della partecipazione al mercato del lavoro, testimoniata dalla riduzione del numero di inattivi”, specifica l’Istat. Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo aprile-giugno 2015 sono in crescita sia il tasso di occupazione (+0,1 punti percentuali) sia il tasso di disoccupazione (+0,1 punti), a fronte di un calo del tasso di inattività (-0,2 punti).

I dati sul lavoro sono arrivati anche da Eurostat: a giugno nella zona euro il tasso di disoccupazione è rimasto stabile all’11,1% rispetto a maggio mentre è calato rispetto a un anno prima quando si era attestato all’11,6%. Nella Ue il tasso di disoccupazione a giugno era al 9,6%, lo stesso livello di maggio e in calo rispetto al 10,2% di un anno prima. L’Italia è il quinto Paese Ue in cui la disoccupazione è più elevate, preceduta da Grecia (25,6%), Spagna (22,5%), Cipro (16,2%) e Croazia (15,3%). Per il ministro Giuliano Poletti, “i numeri di giugno confermano che siamo di fronte a dati soggetti a quella fluttuazione che caratterizza una fase in cui la ripresa economica comincia a manifestarsi”. Per il premier Matteo Renzi “c’è molto da fare, ma i dati da inizio anno restano positivi. Il dato complessivo dell’occupazione continua ad avere aspetti positivi e negativi”. Per il presidente del Consiglio, “è tutto comprensibile: col Jobs Act abbiamo stimolato l’occupazione, fatto un grandissimo investivmento, ma sappiamo che l’occupazione è l’ultima cosa che riparte dopo un periodo di crisi: prima ripartono la produzione industriale, i consumi, il Pil”.

Formazione professionale o parcheggio per disoccupati?

Formazione professionale o parcheggio per disoccupati?

di Francesco Giubileo – 24 Aprile 2013 –  lavoce.info

Non sempre la formazione professionale è in grado di garantire migliori chance occupazionali. Quello che manca in Italia è una corretta valutazione degli strumenti via via introdotti. E l’opportunismo degli enti formativi rischia di produrre inefficienze che a volte finiscono per essere premiate.

Formazione senza valutazione.  Nel nostro paese, l’efficacia o meno della formazione professionale rimane ancora oggi un “mistero”: il quadro Continua a leggere Formazione professionale o parcheggio per disoccupati?

Corsi gratuiti per Disoccupati

Corsi gratuiti per Disoccupati

18/04/2013

Associazione Progetto Marconi
Agenzia formativa accreditata presso la Regione Piemonte

Sono aperte le iscrizioni per l’ammissione ai corsi finanziati da Agenzia Piemonte Lavoro, organizzati dall’Associazione Progetto Marconi – . Corso Raffaello, 17/d – Torino. Continua a leggere Corsi gratuiti per Disoccupati