La Consulta boccia il blocco delle pensioni della Fornero: lo stop pesa 5 miliardi

La Consulta boccia il blocco delle pensioni della Fornero: lo stop pesa 5 miliardi

La norma del Salva Italia ha congelato l’adeguamento degli assegni al costo della vita per i trattamenti superiori di tre volte il minimo. Inps: 64 pensioni su 100 sono inferiori a 750 euro. In media, cresce l’importo medio erogato a 825,06 euro

30 aprile 2015 | La Repubblica.it

http://www.repubblica.it/economia/2015/04/30/news/pensioni_inps-113227390/?ref=HRER2-2

MILANO – La Corte Costituzionale boccia la norma Fornero del 2011, contenuta nel Salva Italia del governo Monti, che bloccava Continua a leggere La Consulta boccia il blocco delle pensioni della Fornero: lo stop pesa 5 miliardi

Pensioni, illegittimi per la Consulta i mancati aumenti 2012-2013: bomba da 5 a 10 miliardi

Pensioni, illegittimi per la Consulta i mancati aumenti 2012-2013: bomba da 5 a 10 miliardi

di Luca Cifoni  | 30 Aprile 2015 | Il Messaggero.it

http://economia.ilmessaggero.it/economia_e_finanza/pensioni_aumento_perequazione_consulta/1328219.shtml

Una buona notizia per i pensionati, una bomba per le casse dello Stato. La Corte costituzionale ha dichiarato illegittima la mancata rivalutazione delle pensioni al di sopra di tre volte il trattamento Continua a leggere Pensioni, illegittimi per la Consulta i mancati aumenti 2012-2013: bomba da 5 a 10 miliardi

Falsa partenza per il Jobs Act, a marzo la disoccupazione risale al 13%

Falsa partenza per il Jobs Act, a marzo la disoccupazione risale al 13%

La riforma del lavoro è entrata in vigore lo scorso 7 marzo: “Troppo presto per valutare gli effetti” dicono i tecnici dell’Istat, ma le persone in cerca di lavoro sono 3,3 milioni. Vola il tasso di disoccupazione giovanile: è al 43%

30 aprile 2015 | La Repubblica

http://www.repubblica.it/economia/2015/04/30/news/la_disoccupazione_torna_a_salire_a_marzo_e_al_13_-113199287/?ref=HRER1-1

MILANO – Falsa partenza per il Jobs Act. Il contratto a tutele crescenti che di fatto ha cancellato le tutele previste dall’articolo 18 è entrato in vigore lo scorso 7 marzo, ma non è servito a spingere la Continua a leggere Falsa partenza per il Jobs Act, a marzo la disoccupazione risale al 13%

Pensioni, sul sito Inps le simulazioni degli assegni

Pensioni, sul sito Inps le simulazioni degli assegni

Via all’operazione trasparenza: nel documento età di uscita e importi

di Giuseppe Bottero | 30 Aprile 2015 | La Stampa

http://www.lastampa.it/2015/04/30/italia/i-tuoi-diritti/lavoro/pensioni-sul-sito-inps-le-simulazioni-degli-assegni-3bPXUrqI50NmMWaLPBlVtJ/pagina.html

È stata annunciata per anni, stoppata da chi temeva «un bagno di realtà», rinviata a tempi migliori. Ora la busta arancione è pronta a Continua a leggere Pensioni, sul sito Inps le simulazioni degli assegni

Il lavoro negli anni della crisi: l’Italia paga il conto, la disoccupazione è cresciuta del 108%

Il lavoro negli anni della crisi: l’Italia paga il conto, la disoccupazione è cresciuta del 108%

Data journalism / Tra il 2007 e il 2014 nel nostro Paese è aumentata più del doppio rispetto alla media Ue. In Germania invece è diminuita di oltre il 40 per cento. Gli effetti della duplice ondata di recessione sui giovani: siamo diventati lo Stato membro con la più alta percentuale di 15-24enni senza impiego e che non studiano, pure la Bulgaria ci ha superati. Produzione industriale: ne abbiamo perso un quarto per strada

di Michela Scacchioli | 29 aprile 2015 | La Repubblica

http://www.repubblica.it/economia/2015/04/29/news/il_lavoro_negli_anni_della_crisi_l_italia_paga_il_conto_la_disoccupazione_e_cresciuta_del_108_-112996138/?ref=HREC1-5

ROMA – Ha eroso e corroso. Sottratto e impoverito. Prostrato e Continua a leggere Il lavoro negli anni della crisi: l’Italia paga il conto, la disoccupazione è cresciuta del 108%

Naspi e Asdi, nuovi sussidi dall’1 maggio. Ma circolare e decreto non ci sono

Naspi e Asdi, nuovi sussidi dall’1 maggio. Ma circolare e decreto non ci sono

Partono l’ammortizzatore riservato ai dipendenti che perdono il lavoro e a quanti rassegnano le dimissioni per giusta causa e l’assegno di disoccupazione sperimentale valido solo per il 2015. Però l’Inps deve ancora dettagliare le modalità per fare domanda per il primo. Quanto all’Asdi, per l’avvio concreto bisognerà attendere un provvedimento interministeriale

Dopo il via libera alla Dis-coll, l’indennità di disoccupazione per co.co.co e co.co.pro, l’1 maggio è il giorno dell’esordio degli altri due

Dis-coll 2015, nuovi ammortizzatori sociali per i co.co.co e co.co.pro

Dis-coll 2015, nuovi ammortizzatori sociali per i co.co.co e co.co.pro

Hanno diritto all’assegno di disoccupazione gli iscritti alla gestione separata Inps che abbiano perso il lavoro quest’anno e versato almeno tre mesi di contributi. L’importo è pari al 75% del reddito medio mensile nel caso la cifra non superi i 1.195 euro. Sale (ma fino a un tetto massimo di 1.300 euro) se gli introiti erano superiori. La domanda va inoltrata per via telematica o cartacea, scaricando il modulo dal sito dell’istituto

di Stefano De Agostini | 28 aprile 2015 | Il Fatto Quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/28/dis-coll-2015-nuovi-ammortizzatori-sociali-per-co-co-co-e-co-co-pro-disoccupati/1630936/

E’ finalmente possibile richiedere la Dis-coll, l’indennità di disoccupazione per co.co.co. e co.co.pro. prevista dal Jobs act. Il 27 Continua a leggere Dis-coll 2015, nuovi ammortizzatori sociali per i co.co.co e co.co.pro

Disuguaglianze, 9 milioni di “esclusi” in Italia. Con la crisi aumentati di 2 milioni

Disuguaglianze, 9 milioni di “esclusi” in Italia. Con la crisi aumentati di 2 milioni

La ricerca della Fondazione David Hume evidenzia che la cosiddetta Terza società, cioè i cittadini senza garanzie perché lavorano in nero o non hanno un’occupazione, è arrivata a pesare il 29,7% delle forze di lavoro. E 4,7 milioni di questi outsider vivono nel Sud. Sul fronte opposto, nell’ultima fase della crisi le fasce più abbienti della popolazione sono diventate ancora più ricche. A livello mondiale invece la differenza tra ricchi e poveri è diminuita grazie al boom economico di Cina e India

di F.Q. | 26 aprile 2015 | Il Fatto Quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/26/disuguaglianze-9-milioni-di-esclusi-in-italia-con-la-crisi-aumentati-di-2-milioni/1624753/

Il quarto Stato della Francia pre-rivoluzionaria c’è anche nell’Italia Continua a leggere Disuguaglianze, 9 milioni di “esclusi” in Italia. Con la crisi aumentati di 2 milioni

Welfare, Italia bocciata dal rapporto europeo sugli investimenti nel sociale

Welfare, Italia bocciata dal rapporto europeo sugli investimenti nel sociale

Il documento preparato per la Commissione Europea inserisce la Penisola nel novero degli Stati in cui non si registrano passi avanti negli investimenti per l’assistenza sociale. Tra le cause l’assenza del reddito minimo garantito, la scarsa integrazione tra le politiche per lo sviluppo dell’infanzia e i tagli al Fondo nazionale per le politiche sociali

di F.Q. | 24 aprile 2015 | Il Fatto Quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/24/welfare-italia-bocciata-dal-rapporto-europeo-sugli-investimenti-nel-sociale/1621222/

Investimenti in calo e politiche scarsamente integrate. Sono i motivi per cui rapporto “Social investment in Europe”, preparato Continua a leggere Welfare, Italia bocciata dal rapporto europeo sugli investimenti nel sociale