Disoccupati over 40, scoppia il caso “Esuberati”

Disoccupati over 40, scoppia il caso “Esuberati”

Non solo esodati, ma anche esuberati, ossia quasi un milione e mezzo di disoccupati over 40 anni, usciti dal mondo del lavoro perché licenziate, vittime di mobbing, o costrette alle dimissioni sono senza pensione e senza stipendio.

30 Maggio 2013 – http://www.investireoggi.it/fisco/disoccupati-over-40-scoppia-il-caso-esuberati/#ixzz2UsUsNQWd

esuberati-300x186

Un milione e mezzo di disoccupati over 40 che fanno fatica a trovare lavoro e sono senza pensione Continua a leggere Disoccupati over 40, scoppia il caso “Esuberati”

ATDAL Over40 – Articolo su Italia Oggi – 13/05/2013

Buongiorno a tutti, in allegato l’articolo pubblicato oggi (13 Maggio 2013) su Italia Oggi. Dato che cita anche il sostegno datoci dal Movimento 5 Stelle ho già provveduto a girarlo alla Parlamentare con la quale siamo in contatto da tempo.

Armando Rinaldi (Vice-Presidente ATDAL Over40)

0001

 

 

Nuovo Consiglio Direttivo ALP Over40

In data 29 Maggio 2013, in seno alla riunione del Consiglio Direttivo, sono state prese le seguenti decisioni, riguardanti il Consiglio Direttivo:

  • le dimissioni del Vice-Presidente Italiano Antonio, per motivi personali
  • la carica di Vice-Presidente al momento resta vacante
  • la nomina a Consiglieri, dei Soci: Elvio Rossi e Riccardo Vaudagna
  • la nomina a Consiglieri Supplenti, dei Soci: Maria Vittoria Caviglione e Andreina Farris

per tanto l’organigramma dell’Associazione al momento è come segue: Continua a leggere Nuovo Consiglio Direttivo ALP Over40

Risparmio sulle bollette di luce e gas: nasce primo gruppo di acquisto energia

Risparmio sulle bollette di luce e gas:
nasce primo gruppo di acquisto energia

L’associazione Altroconsumo prova a ripetere in Italia un’esperienza che ha riscosso grande successo in altri Paesi europei: unire più consumatori e indire un’asta tra i fornitori di elettricità e gas. Per gli iscritti all’iniziativa Abbassalabolletta proposte personalizzate di tariffe convenienti .

di Giacomo Luchini | 29 maggio 2013 |

http://www.repubblica.it/economia/2013/05/29/news/altroconsumo_per_il_risparmio_energetico-59849638/?ref=HREC1-5

ROMA – In tempo di crisi la soluzione migliore per risparmiare e abbattere i costi che gravano sul bilancio familiare sembra quella di coalizzarsi con chi ha Continua a leggere Risparmio sulle bollette di luce e gas: nasce primo gruppo di acquisto energia

Non si deve morire di fame in Italia!

Non si deve morire di fame in Italia!

di Enrico Verga | 28 Maggio 2013 | http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/28/non-si-deve-morire-di-fame-in-italia/608660/

Quando leggiamo di carenze alimentari, malnutrizione, scarso accesso a cibi proteici ed energetici di solito il nostro pensiero scivola verso l’Africa, l’America Latina, l’Asia. Ci immaginiamo le favelas, le tendopoli degli sfollati per la guerra, le lunghe file per la farina o per il riso. Concedetemi di essere Continua a leggere Non si deve morire di fame in Italia!

Storie di ordinaria disoccupazione

Storie di ordinaria disoccupazione

Ex professionisti, consulenti, quadri. La crisi non risparmia nessuno, la disoccupazione si estende a macchia d’olio e l’unico welfare che ancora sembra tenere è quello familiare

di Vincenzo Comito – 25/05/2013 – http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/italie/Storie-di-ordinaria-disoccupazione-18537

Luigi è un signore poco più che quarantenne che incontro di frequente al bar. Dopo essere stato per qualche tempo cameriere, ha lavorato per tredici anni come falegname ed ora si ritrova senza lavoro. Si tratta di una persona Continua a leggere Storie di ordinaria disoccupazione

L’Italia della crisi, dal caro-vita al lavoro che non c’è. Le 10 emergenze nazionali secondo l’Istat

L’Italia della crisi, dal caro-vita al lavoro che non c’è. Le 10 emergenze nazionali secondo l’Istat

Cresce l’area del disagio economico in Italia. Nel 2012 sono 14 milioni e 928mila, pari al 24,8% della popolazione, le persone in difficoltà economica. E di queste, 8,6 milioni si trovano in una condizione più grave, pari al 14,3% (percentuale più che raddoppiata dal 6,9% del 2010).

25-05-2013 – http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-05-22/cibo-spesa-134408.shtml?uuid=Ab1s59xH#navigation

Disoccupati aumentate di oltre un milione di unità

Tra il 2008 e il 2012 i disoccupati sono aumentati di oltre un milione di unità, da 1,69 a 2,74 milioni, ma è cresciuta soprattutto la disoccupazione di lunga durata, ovvero le persone in cerca di lavoro da almeno 12 mesi (+675.000 unità) che ormai rappresentano il 53% del totale (44,4% la media Ue).

Giovani: quota massima di chi non lavora e non studia

L’Italia ha “la quota più alta d’Europa” di giovani tra i 15 e i 29 anni che non Continua a leggere L’Italia della crisi, dal caro-vita al lavoro che non c’è. Le 10 emergenze nazionali secondo l’Istat

Verso stop aumento ticket sanitari. Confronto già avanzato per il 2014

Verso stop aumento ticket sanitari.
Confronto già avanzato per il 2014

E’ l’ipotesi a cui stanno lavorando il ministro della Salute Lorenzin e quello dell’economia Saccomanni, partendo da risparmi di spesa già effettuati. Il presidente della Conferenza delle Regioni, Errani: “Servono le condizioni economiche. Abbiamo detto al Governo che introdurrli per due miliardi per noi è insostenibile”

27 maggio 2013 – http://www.repubblica.it/economia/2013/05/27/news/ticket_stop-errani-59753105/?ref=HREC1-9

ROMA – Stop all’entrata in vigore dei due miliardi di nuovi ticket sanitari per il 2014. E’ l’ipotesi a cui stanno lavorando il ministro della Salute Beatrice Continua a leggere Verso stop aumento ticket sanitari. Confronto già avanzato per il 2014

Pensioni: con modifiche del governo si perderebbero 1.495 euro l’anno

Pensioni: con modifiche del governo si perderebbero 1.495 euro l’anno

25 Maggio 2013 –  http://www.controlacrisi.org/notizia/Lavoro/2013/5/25/33973-pensioni-con-modifiche-del-governo-si-perderebbero-1495/

Lo Spi-Cgil avverte: con le penalizzazioni alle quali pensa il Governo un lavoratore che andasse in pensione a 62 anni anziché 66 potrebbe perdere circa 115 euro al mese per un totale annuo di 1.495 euro. Sono calcoli fatti sull’ipotesi di anticipo di 4 anni rispetto all’età di vecchiaia, di un taglio dell’8% di una pensione di 1.532 euro.

A questo taglio si aggiungerebbe quello già operativo con la riduzione dei coefficienti (circa 93 euro al mese per chi va in pensione con il calcolo misto).

“Aumento dell’Iva colpirà le famiglie più povere e numerose”

“Aumento dell’Iva colpirà le famiglie più povere e numerose”

L’aumento dell’Iva dal 21 al 22 per cento è in programma da luglio. Le preoccupazioni della Cgia di Mestre: “Peserà maggiormente sulle retribuzioni più basse e meno su quelle più elevate”

Redazione – 25 maggio 2013 – http://www.today.it/cronaca/aumento-iva-studio-cgia-mestre.html

Se non verrà scongiurato, tra un mese,  l’aumento di un punto percentuale dell’Iva ordinaria, attualmente al 21%, gli effetti negativi di questo incremento ricadranno in particolar modo sulle famiglie meno abbienti e Continua a leggere “Aumento dell’Iva colpirà le famiglie più povere e numerose”